Mosca cieca

Denis Curti

Si può fare tanto con poco

07062013102650_sm_4257

Scrivo direttamente da Madrid dove è in programma la XVI edizione di PhotoEspana. Il programma espositivo è consultabile sul sito e vi consiglio davvero una visita  al Festival.

Sono stato invitato a Madrid per leggere i portfolio dei fotografi selezionati e sono rimasto davvero impressionato dalla qualità dei progetti e da un’organizzazione del festival davvero impeccabile. Dimostrazione, questa, di come sia possibile lavorare bene anche con pochi mezzi a disposizione (gli enti pubblici che fino a ieri sostenevano l’evento hanno azzerato i budget e quindi gli organizzatori si sono ritrovati con il 60% in meno dei finanziamenti) senza rinunciare alla qualità della proposta culturale.

Il primo aspetto che mi ha colpito è la presenza di operatori internazionali. Durante i meeting, ma anche nei ristoranti, si possono incontrare photo editor, galleristi, collezionisti curatori e critici provenienti da tutto il mondo. La sensazione è quella di uno straordinario melting pot della fotografia. Gli stessi fotografi che sottopongo le loro immagini alla commissione di selezionatori proviene da diversi paesi.

Risulta evidente che una parte dello scarso budget sia stato investito in ospitalità. La seconda soddisfazione la si riceve visitando le mostre.

Specialmente quelle allestite al Circulo de Bellas Artes, nel cuore di Madrid. Qui, il tema del festival "tu cuerpo es el mensaje" è pienamente centrato e di grande attualità, soprattutto a proposito delle riflessioni sulle continue violenze nei confronti delle donne.

Finalmente una fotografia che aiuta a riflettere senza per forza scioccare e senza proporre visioni terrificanti.
Dalla Spagna (che si dice essere messa peggio dell’Italia) una strepitosa lezione di intelligente programmazione culturale e artistica.

7 giugno 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti

Denis Curti

Critico della fotografia tra Milano, Venezia e Capri dove è VicePresidente della Fondazione Forma, Centro Internazionale di Fotografia di Milano, e Direttore Artistico della Casa dei Tre Orci a Capri. Denis Curti ha de sempre lavorato nel mondo della fotografia esordendo come giornalista e critico fotografico per le pagine di Vivimilano e Corriere della Sera. Fondatore e docente del Master post universitario di Fotografia realizzato in collaborazione con NABA e Fondazione FORMA, è inoltre Direttore della scuola di Fotogiornalismo di Contrasto, del festival di fotografia di Capri ed è stato direttore artistico di 5 edizioni della Biennale Internazionale di Fotografia di Torino. Esperto del mercato del collezionismo legato alla fotografia, negli anni 2002-2003 è stato curatore delle prime aste fotografiche di Sotheby’s a Milano e autore di diversi libri sulla fotografia, fra questi, “Collezionare fotografia” del 2010, per le edizioni Contrasto.
Utenti online