Mosca cieca

Denis Curti

Milan Inter ’63. La Leggenda del Mago e del Paròn

2406201392944_sm_4405

Ieri, a Palazzo Reale di Milano, ho visitato la mostra dedicata ai mitici anni sessanta delle due squadre calcistiche milanesi: Inter e Milan.

In realtà non è una mostra sul calcio, ma sull’idea e sull’estetica del fenomeno calcistico. Si tratta di un percorso espositivo affettuoso e anche un po’ melanconico dedicato a una città che non c’è più. Quella rivalità (Adriano Celentano interista, Enzo Jannacci rossonero e via così tra Motta e Alemagna, Bramieri e Walter Chiari) esprimeva un senso di appartenenza capace di sviluppare calore e senso identitario. Tifare per Inter o Milan (io per la prima) significava scegliere un punto di vista. Esprimere un sentimento.

Il percorso espositivo comincia con una dichiarazione d’amore obbligata:
devi scegliere se entrare dalla parte nerazzurra o rossonera  e un conta persone indica in diretta lo stato della sfida (al mio ingresso l’Inter era nettamente in testa, sopra di 200 visitatori). Poi le fotografie (è anche per questo che sono andato a visitarla). E qui, l’ottimo Cesare Colombo, consulente per la parte iconografica, ha messo insieme uno spaccato davvero commovente: Virgilio Carnisio, Tranquillo Casiraghi, Toni Nicolini, Ernesto Fantozzi narrano una Milano in bianco e nero che chiama forte. Chiama forte per farci voltare indietro e chiederci di non avere solo nostalgia, ma di continuare a vivere in questa città con la stessa passione di quegli anni.

Palazzo Reale (Milano)

Dal 23 maggio 2013 all¹8 settembre 2013

24 giugno 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti

Denis Curti

Critico della fotografia tra Milano, Venezia e Capri dove è VicePresidente della Fondazione Forma, Centro Internazionale di Fotografia di Milano, e Direttore Artistico della Casa dei Tre Orci a Capri. Denis Curti ha de sempre lavorato nel mondo della fotografia esordendo come giornalista e critico fotografico per le pagine di Vivimilano e Corriere della Sera. Fondatore e docente del Master post universitario di Fotografia realizzato in collaborazione con NABA e Fondazione FORMA, è inoltre Direttore della scuola di Fotogiornalismo di Contrasto, del festival di fotografia di Capri ed è stato direttore artistico di 5 edizioni della Biennale Internazionale di Fotografia di Torino. Esperto del mercato del collezionismo legato alla fotografia, negli anni 2002-2003 è stato curatore delle prime aste fotografiche di Sotheby’s a Milano e autore di diversi libri sulla fotografia, fra questi, “Collezionare fotografia” del 2010, per le edizioni Contrasto.
Utenti online