Mosca cieca

Denis Curti

Gianni Berengo Gardin, Storie di un fotografo

17062013103418_sm_4341

Dopo il successo veneziano presso la casa dei TRE OCI, la mostra di Gianni Berengo Gardin sbarca a Palazzo Reale a Milano. Scrivo di questo evento perché ne ho avuto esperienza diretta in qualità di curatore e mi piacerebbe condividere opinioni e pareri sul progetto espositivo.

Intanto alcune rivelazioni semisegrete dedicate ai soli lettori di questo post.

Nella sala dedicata ai baci potrete "ammirare" la prima e l’unica fotografia di Berengo Gardin scattata in "digitale". Si tratta di ragazzi che si baciano per strada con a fianco una signora che li guarda stupita
(scandalizzata?) Come dire, con il digitale ci ha provato e poi ha deciso di continuare con il suo amato bianco e nero analogico.

Nella sala dedicata a "gente di Milano" due omaggi davvero affettuosi a due grandi amici fotografi scomparsi: Ugo Mulas e Gabriele Basilico. Come spesso accade, il grande Berengo riesce ad emozionare con gesti semplici e diretti (come la sua fotografia).

Nella sala dedicata ai riti religiosi, montata proprio a centro parete sotto il titolo (si vede un uomo sdraiato dentro un altare portato a braccia), la fotografia che Henri Cartier – Bresson chiese a Berengo Gardin per uno scambio. Probabilmente si tratta della fotografia più vicina alla poetica del grande maestro francese, fondatore della Magnum photos.

Ci sono poi altri due omaggi a due giganti della fotografia: Luigi Ghirri e August Sanders. Vediamo chi riesce ad individuarli.

17 giugno 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Tags

Denis Curti

Critico della fotografia tra Milano, Venezia e Capri dove è VicePresidente della Fondazione Forma, Centro Internazionale di Fotografia di Milano, e Direttore Artistico della Casa dei Tre Orci a Capri. Denis Curti ha de sempre lavorato nel mondo della fotografia esordendo come giornalista e critico fotografico per le pagine di Vivimilano e Corriere della Sera. Fondatore e docente del Master post universitario di Fotografia realizzato in collaborazione con NABA e Fondazione FORMA, è inoltre Direttore della scuola di Fotogiornalismo di Contrasto, del festival di fotografia di Capri ed è stato direttore artistico di 5 edizioni della Biennale Internazionale di Fotografia di Torino. Esperto del mercato del collezionismo legato alla fotografia, negli anni 2002-2003 è stato curatore delle prime aste fotografiche di Sotheby’s a Milano e autore di diversi libri sulla fotografia, fra questi, “Collezionare fotografia” del 2010, per le edizioni Contrasto.
Utenti online